itenfrdees

Prima dell’avvento di Milton Erickson la tradizione psicologica metteva in risalto la necessità di saper rispondere in modo esaustivo alla seguente domanda: «Perché?». Infatti a quei tempi si era concordi nel credere che la conoscenza delle cause d’un problema bastasse a generare un cambiamento in esso.

Nel Novecento il concetto d’ipnosi-suggestione spadroneggia e il suo utilizzo in terapia diventa sempre più una specialità americana. Gli scienziati statunitensi maturano la convinzione che la chiave della guarigione è in mano al diretto interessato.

Nell’arco di mezzo secolo più o meno tutto il necessario su trance e suggestione fu scoperto. Pertanto, dalla metà dell’Ottocento in avanti non saranno aggiunte novità sostanziali al corpus della conoscenza ipnotica. Non mancheranno i perfezionamenti, ma saranno inerenti soprattutto alla precisione con cui i diversi fenomeni sono gestiti.

Nella seconda metà del Settecento in Europa emerge il concetto di psicotecnica ipnotica intesa come “magnetismo animale”.

Nell’antica Grecia i riti di guarigione erano officiati nei templi dedicati al culto di Asclepio[1] (figlio di Apollo). Tra essi il più importante è a Epidauro[2].

Newsletter

Vuoi rester aggiornato sugli argomenti trattati? Iscriviti alla Newsletter.

Contattami

Per contattarmi puoi chiamare il numero:

Social

Per seguirmi sui canali social.