itenfrdees

Dott. Maurizio Ronca

Maurizio Ronca è nato a Brescia (08-01-56).

Vive e lavora a Paitone (BS).

Tel: 334-6311512

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Esperto in Psico Sessuologia a BresciaMaurizio Ronca s’iscrive all’Università di Milano – facoltà di Medicina e Chirurgia – nel 1975, dopo aver conseguito la maturità scientifica presso il Liceo A. Calini della sua città.

Consegue il titolo di “Dottore” nel marzo del 1982. Nel maggio dello stesso anno supera l’Esame di Stato presso l’Università di Perugia venendo così abilitato all’esercizio della professione medica.

Inizia a svolgere attività clinica in ambito odontoiatrico e lo fa in qualità di libero professionista. Questa esperienza lo assorbe completamente e per lungo tempo perché, essendo stato fondamentalmente formato in base al paradigma meccanicista, è a suo agio nell’interpretare gli eventi clinici secondo una schema di logica lineare.

La sua naturale curiosità lo spinge però a trascendere i confini della sua teoria di riferimento. Dapprima la possibilità d’interpretare il vivente non solo come materia, ma anche in termini di campo energetico lo intriga e indirizza verso studi di medicina “energetica”. Consegue perciò il brevetto di omeopata (2004). Negli stessi anni (2001-04) frequenta anche corsi post-laurea di perfezionamento in fitoterapia presso le Università di Siena e Viterbo. Successivamente sposa la teoria sistemica e, convinto della validità dell’uso della leva alimentare come mezzo per acquisire e mantenere l’equilibrio psico-fisico, diviene (2005) istruttore certificato della “Zona” (un particolare approccio all’alimentazione).

Nel corso del tempo sviluppa i propri interessi conoscitivi e nel 2010 diviene master in psico-sessuologia presso l’Istituto di Analisi Immaginativa (Cremona). L’indirizzo psico-dinamico di quella Scuola privilegia il meccanismo patogenetico intra-psichico per la spiegazione dei disagi. Egli costruisce la sua conoscenza in materia spaziando oltre quel paradigma e studia anche testi a matrice differente per definire il suo proprio punto di vista.

Nel medesimo anno acquisisce la qualifica di “practitioner” in Programmazione Neuro-linguistica. Attraverso l’opera di Richard Bandler e John Grinder approfondisce lo studio del lavoro clinico di Milton H. Erickson. L’esperienza dello psichiatra americano costituisce una fondamentale svolta nella sua vita. Diviene master in ipnosi ericksoniana presso la SMIPI di Bologna. Entusiasta di quel che ha appreso e incoraggiato dalla matrice eclettica della Scuola, comincia a interessarsi di terapia strategica.

Sempre più convinto della bontà di quell’indirizzo, nel 2011 approda a Padova. Qui l’Istituto Psicopraxis propone un Corso di Specializzazione in Psicoterapia a orientamento interazionista. Egli sceglie di frequentare questa Scuola perché essa gli permette di rendere organici i suoi studi e soprattutto perché, grazie a un accordo specifico con la Direzione, potrà dedicarsi allo studio approfondito della teoria interazionale sviluppata a Palo Alto.

Durante il quadriennio scrive parecchio per la sua Scuola. Si occupa, tra l’altro, di realtà “oggettiva” (sostiene l’ipotesi che la comprensione del reale si modifichi cambiando la mappa interpretativa con la quale lo si approccia), d’ipnosi (e del ruolo rivoluzionario svolto da Milton Erickson in campo di psicoterapia) e di pensiero cibernetico. Il 17/11/15 acquisisce il titolo di “Psicoterapeuta” discutendo una tesi dal titolo «Niente è più pratico di una buona teoria». In essa dimostra la bontà della teoria interazionale nel senso di cui sopra, essendo essa il fondamento della Scuola Californiana e di tutte le altre (Arezzo, Washington, Milwaukee) definibili «strategiche», oltre a sostenere in vario grado quelle n«arrative» (Adelaide, Milwaukee dopo la sua evoluzione) e persino la «logocentrica» (Milano).

«Sono marito, padre e nonno. Coltivo parecchi interessi (lo studio della teologia, la pratica della meditazione, la camminata veloce, la musica – come ascoltatore e suonatore amatoriale del basso elettrico – e la lettura in genere con particolare predilezione per la letteratura di montagna) e all’età di sessant’anni mi sento di possedere l’energia necessaria a gestire questo spazio». Infatti, suo intento è proporre un luogo d’incontro dove poter affrontare ciò che serve relativamente ai temi via-via citati e di farlo in un modo giovevole anche (soprattutto) a persone che, pur interessate, non siano definibili «tecnici della materia».

Newsletter

Vuoi rester aggiornato sugli argomenti trattati? Iscriviti alla Newsletter.

Contattami

Per contattarmi puoi chiamare il numero:

Social

Per seguirmi sui canali social.